Chissà se la mia letterina é già arrivata…

Stanotte a Monte Donato c’era una luna pazzesca, enorme, tonda, luminosa a tal punto che si vedevano le ombre delle nostre teste e delle mani proiettate sul prato. Da Forte Jola arrivavano ovattate canzoni anni ’80 e i Righeira, a destra in basso la città tutta luci e lucine, e dritto in alto San Luca…

Erano tutti abbastanza ubriachini: Marci e Luis che si azzuffavano rotolando sul prato e perdevano cellulari e cose impronunciabili sull’erba. A me arrivava di tanto in tanto uno squillino che mi ricordava cose tenere e mi faceva saltellare di contentezza…

Insomma, sto bene. Sto bene anche se mi manca terribilmente, e oggi in casa ci sono grandi preparativi per la partenza di domattina e io ho quasi finito di riempire (a caso) la mia valigia. L’unica scelta importante é aver infilato tra le magliette e i costumi Senilità di Svevo e La morte a Venezia di Mann che mi terranno compagnia.

Senilità lo sto leggendo in queste notti e mi piace…

Entra nelle profondità dell’animo umano, nelle piccole manie, nelle nevrosi, nei sentimenti, come forse nessun’altro sa fare…

I personaggi te li senti respirare affianco tanto paiono veri, e tanto le loro reazioni sono umane e reali…é come assistere ad una scena che si svolge in piazza o in casa d’amici…e intanto scoprire che anche tu quella volta ti sei comportato cosi’, che anche tu ti sei contraddetto in quel tale modo, che anche tu hai amato quando non eri amata e hai disprezzato quando lo eri, che quell’Emilio Brentani e quell’Angelina li potresti interpretare tu con la massima esattezza, perché li conosci.

Siccome quest’Angolo della Recensione é abbastanza patetico, lo concludo: amo Svevo e me lo porto al mare…

E si parte domattina e proprio oggi é tornata la Silvietta a Bologna, così stasera spero di vederla e di farmi raccontare come sono stati questi ultimi mesi a Barcellona in quella bella casa in Plaza de la Universitat nella quale ho lasciato il cuoricino…

Mi mancheranno lei e anche Giéc, in questi giorni. Con giéc ho passato una bella serata sui colli a sorseggiare Mirto di Sardegna, e ci siamo raccontati tante cose, come sempre.

E tra una settimana torno e vado a pigliarmi la Polpetta…

1 thought on “

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s