Caro Luis, senti quel che mi è successo!

Oggi il Pombs è entrato in aula con un lungo cappotto invernale e l’aria di chi vorrebbe tanto essere al calduccio nel suo studio a leggersi le undici tesi di Carlo Marx su Feuerbach.

Era comunque di buon umore, il Pombs, e dando una leggera occhiata alla monografia che ci ha affibbiato per il prossimo parziale del 6 dicembre, si deve essere accorto che si trattava (per noi post adolescenti con ancora i brufoli) di una impresa quantomeno impossibile.

Sicchè, il Pombs, ha richiamato l’attenzione e ci ha offerto l’opportunità del secolo di spostare il parziale dal 6 al 9 dicembre. Non è un gran vantaggio ma è qualcosa no?

Se non chè, nel tripudio generale, sento alcune voci di dissenso alle mie spalle. Mi giro di scatto, pronta a saltare al collo del malaugurato, quando mi accorgo che la voce di dissenso principale proviene da una fighettina con molto rimmel sulle ciglia e una sciarpina di seta al collo.

La scema squittiva sempre più insistentemente: “Ma io il 10 ho INGLESEEEE!!”. Per fortuna, prima che il Pombs potesse accorgersi dei suoi urlacci le ho detto che insomma, con tutto il rispetto, a noialtri non ce ne poteva fottere di meno che lei avesse inglese visto che in 6 giorni dovevamo preparare 300 pagine di libro, e impararci a memoria una trentina di articoli di giornali inglesi dell’ottocento. E che immaginavo che ella non avesse mai dato uno sguardo al manuale perchè altrimenti non si sarebbe mai sognata di rompere le uova nel paniere ai suoi colleghi e di gettare nello sconforto un intero corso.

La tipetta, in completa ottusità, ha ribadito “MA IO IL DIECI HO INGLESE” e memore di quel che già successe, sono stata costretta a passare alle minacce. Cara, le ho detto, ti faccio esplodere.

La tipetta ha pensato bene di tacere e di tornare a limarsi le unghiette rosa e io mi sono sentita eroica come Bismarck davanti al parlamento della Norddeutsche Bund, un prussiano di ferro con i baffi sporchi di SANGUE e BIRRA…

8 thoughts on “

  1. luiul

    ciaveva ragione la fighettina. e quanto al pombs, cambiare una data d’esame vuol solo dire fottrsene dei casini che si cranoagli studenti… certo i fancazzisti godono. e per ultimo , sei proprio ingenua a pensare che abbia cambiato per venirvi incontro, ciaveva solo i cazzi suoi da fare il 6

    Reply
  2. elisina

    Il pombs, caro sconosciuto non ha bisogno di espedienti e se ha da fare lo dice. Oltretutto il 6 faremo comunque lezione, quindi….
    Il pombs ci ha solo chiesto se gradivamo avere 3 giorni in più, e siccome eravamo tutti d’accordo tranne una idiota che tra l’altro era la classica tipetta che il giorno dell’esame si fa venire il mal di pancia per stare nel suo lettuccio caldo, fortunatamente abbiamo avuto questi 3 giorni.

    Quando ti capiterà nella vita di aprire un libro scoprirai anche tu l’utilità di tre giorni in più.

    Reply
  3. anonimo

    ma chi è sto tipo? mhh mhh mavcello…….”sento avia di battaglia…” mmhhh mhhhh mi vengono in mente vecchie battaglie…tempi di glovia ed onove…

    Reply
  4. anonimo

    sono proprio contento di scrivere del testo mi sento + vivo.
    sono contro la guerra
    sono per la pace
    ma quanto costa sta pace
    quanti innocenti

    Reply

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s