Della primavera

Niente più neve, fortunatamente, e quindi ho potuto utilizzare sia il potentissimo motorino, sia la super Elisina-Mobile color caramella…  
Adesso i cumuli un po’ bianchi e un po’ grigi si sciolgono lenti ai lati delle strade, ma ciò non mi rattrista come al solito, anzi. Ho una voglia infinita di primavera, dei colori, del potersi sedere in mezzo alla piazza o su un muretto del centro e lasciarsi scaldare dal primo sole, dei pomeriggi sui colli, delle passeggiate con la Polpetta ai giardinetti, dei fiori e delle mille margherite bianche.
Lo so che è ancora presto, che ci saranno altri mesi di freddo, ma ci penso e ho voglia che arrivi presto, prestissimo.
Mi viene in mente che l’anno scorso e quello prima di tanto in tanto sono andata a studiare ai Giardini Margherita, con un telo steso sull’erba verde morbidissima, e ora ne sento fortissima la nostalgia. Cosi come d’estate sento il desiderio di freddo e sciarpe e guantini.
Ora che ci penso, la conclusione che si può trarre è che ho sempre nostalgia di qualcosa.

1 thought on “Della primavera

  1. jdk

    ho sempre osservato tutta quella gente distesa con teli piu’ o meno di fortuna sui prati dei giardini margherita… il piu’ delle volte sempre qualche giorno dopo un acquazzone con la terra talmente umida da provocare reumatisti solo a pensarci ma tutti sereni e giulivi sui loro teli… dev’esserci qualcosa di stregato in quel parco 😛

    Reply

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s