merdacce!

Prima che io dica qualsiasi altra cosa sappiate che sono stata una segretaria di seggio meravigliosa. Non ho fatto casini, ho gestito tutto con grandi capacità organizzative e ho fatto esattamente quella che si chiama una porca figura.

Per il resto sono stanca ed è da tre giorni che non faccio altro che occuparmi dei referendum, quindi il primo istinto sarebbe quello di scrivere qui sopra la parola SCHIFO e metterci affianco un punto di sospensione, perchè non ho più parole per definire lo scandalo dei dati d’affluenza.
Non importa se nel mio quartiere il referendum sarebbe passato, non importa se Bologna è la città più decente nell’indecenza: IO SONO ALLIBITA. Che potesse non passare era previsto, ma questo è troppo!
Io non sono una campanilista, nè tantomeno leghista, e mi rendo conto che tutta italia ha dato una prova indecente di cos’è la civiltà, però non mi riesco a trattenere dal dire che c’è mezzo paese che vive nel medioevo, che si disinteressa totalmente della vita politica e sociale, che non legge i giornali, non si informa, se ne frega della civiltà e che poi ha anche il coraggio di lamentarsi che va tutto male. Mi dispiace ma ormai la penso così. Il Sud ha toccato il fondo, e il Nord poco meno.

Poi nel mio seggio ho visto solo vecchi. Umarells and zdàure che facevano fatica pure a respirare, ma che però sono venuti a votare. Una signora del 1908 ci ha baciati e abbracciati tutti dopo esser stata mezzora in cabina ad armeggiare con le schede e il bastone.
A sto punto penso che ce lo meritiamo, che ci devono togliere tutto: la fecondazione assistita, l’aborto, le cure palliative del dolore, l’assistenza sanitaria, la scuola pubblica, la pensione, la malattia retribuita, la libertà di stampa e di pensiero, la libertà religiosa, lo stato laico, il diritto all’integrità del corpo, e TUTTO.
Toglieteci tutto perchè siamo delle merdacce e non meritiamo niente.
Non si sa mai che tornati nel paleolitico qualcuno non si renda conto di doversi vergognare.

Chi non ha votato oggi dovrebbe buttarsi dalla finestra e fare un piacere al mondo
E avrei voglia di mettermi all’uscita dell’autosole e sparare un po’ sulle aute di ritorno dal mare.

30 thoughts on “merdacce!

  1. simak

    Non raggiungere il quorum a bologna è come fare il 20% in calabria, da come la vedo io.

    Comunque capisco la tua indignazione, io mi sono sfogato ieri notte sul blog, e mi vengono un po’ i lacrimoni, lo ammetto, a togliermi lo stemma del “io non mi astengo” dalla maglietta.

    Reply
  2. lalla

    capisco che tu sia arrabbiata… ma non può essere che la maggioranza degli italiani non fosse d’accordo???? astenersi significa anche esprimere una volontà.

    Reply
  3. elisina

    io dubito che tutti gli astenuti si siano veramente posti il problema della fecondazione assistita, della ricerca sulle cellule fecondate, della parificazione tra i diritti della cellula fecondata e la DONNA.
    Come se quattro cellule avessero gli stessi diritti che ho io, lo stesso valore. Questo è un’abominio. Scusate, ma se ogni progetto di vita è già una vita, allora obbligherei tutti gli astenuti a non usare piu alcun metodo anticoncezzionale. Ecco si, facciamo che d’ora in poi voi sarete volti solo alla riproduzione. D’altronde, non sia mai che uno spermino non incontri il suo ovino per creare il miracolo della vita!!

    Data la coda che c’era sull’A1 e l’A14 adriatica suppongo che molti se ne siano andati in villeggiatura, altri seguendo l’illuminazione coscienziosa di Ruini e di tutti i preti d’italia abbiano pensato che era opera buona e giusta starsene a casa.
    Altri non votano mai, per disinteresse, altri non ci hanno capito una mazza.

    Io ero a scrutinare. Quando abbiamo aperto le schede di NO ce n’era eccome. Questo è essere civili, secondo me. Stare a casa consiste in due cose:

    -o non hai un’opinione
    -oppure credi di fare una furbata e vuoi far fallire un referendum che sennò passerebbe.

    Se tutti questi che son stati a casa fossero andati a votare NO, il referendum non sarebbe passato comunque. Allora perchè astenersi? La chiesa e molti politici hanno chiesto l’astensione perchè altrimenti il referendum sarebbe passato.

    allora ieri pensavo, che secondo me a chi non vota per due volte di seguito andrebbe tolto il diritto di farlo, come una volta. D’altronde se uno non vuole esercitare il suo diritto dovere si vede che non gli interessa e non se lo merita.
    Diminuendo il numero degli aventi diritto, scenderebbe anche il quorum, e così a prendere decisioni sarebbe l’italia civile che vota,che ha un’opinione, qualunque essa sia.

    Reply
  4. Madelief

    Eli son d’accordissimo con te…brava che sei riuscita a trovare parole per descrivere la tua indignazione, io non saprei da dove iniziare….vengo a farti compagnia all’uscita dell’autosole!

    Reply
  5. simak

    Che poi…siamo davvero così convinti che gli astenuti fossero astenuti “attivi”?

    Per me, che non sono mannheimer (e forse è un bene), nel 74,1% di astenuti ci sono:

    50% “ma chi se ne fotte della fecondazione assistita, io non mi faccio assistere da nessuno ancora gliela faccio da solo”
    “refe…che?”
    “non sarebbe possibile monetizzare il mio voto, sto a casa”
    “uuuh, c’è il sole, che bello andiamo al mare”

    24%: “il papa ha detto che è brutto, no no, allora non vado”.

    Le parcentuali possono essere anche diverse, ma personalmente non nutro stima per nessuno delle due categorie.

    Reply
  6. anonimo

    Beh io son del parere che ha vinto l’astensionismo non certo grazie a chi era fermamente difensore della legge 40, ma grazie a chi se n’è bellamente fregato, a chi ignorante non s’è informato:menefreghismo ed ignoranza son stati i principali artefici della vittoria dell’astensionismo. Ruini e compagnia bella dovrebbero renderesene conto, ma in realtà lo sanno benissimo, solo che fa più comodo dire che ha vinto l’italia coscienziosa che ha a cuore la sacralità dell’embrione. Come al solito nelle regioni a più bassa scolarizzazione hanno votato di meno , fatte salve la sicilia e la sardegna. Fod comincio ad esser d’accordo con te, chi non vota dopo due volte dovrebbe esser tolto dal totale degli aventi diritto al voto. Tra l’altro ti riporto questa magnifica chicca letta oggi su repubblica: Carlo Casini del “Movimento per la vita” “non crediamo che sia percorribile nell’immediato la modifica della 194.Vigileremo però perchè questa legge venga applicata in maniera coerente alla proppria natura,che pone la nascita come obbiettivo principale da raggiungere”
    ahahhahahahahhahaAHAHHhaHHhhahh ECCOLI !!!!

    -Luis-

    Reply
  7. kere

    non sono d’accordo con farne una questione tra nord e sud…
    lo trovo svilente per il problema reale, che è ben altro.
    non che il sud non sia una questione scottante, ma da questo referendum traggo ben altre conclusioni.

    io sono di roma, per cui non parlo dal profondo sud. in italia ci sono regioni diverse con diverse “risorse”. il tessuto civile del sud è arretrato, ma non ne facciamo una questione tra paese civile e medioevo…
    non mi sembra corretto.

    invidio bologna e altre città più “civili”, ma non detesto palermo o reggio calabria…

    Reply
  8. elisina

    io non detesto nessuno. Non detesto le persone, detesto la cultura. La NON cultura politica e civile. Non è che l’emilia sia il paese di bengodi, perchè comunque il quorum non si è raggiunto neanche qui, ma c’è modo e modo di non raggiungerlo. Un paese in cui vanno a votare in dieci su cento è qualcosa che fa trasecolare.

    In ogni caso io non ne ho fatta una questione nord sud, nelle merdacce ho incluso tutta italia. Alcune regioni mi hanno com’è ovvio particolarmente colpita.

    E ha ragione luis, quest’astensionismo non è affatto ATTIVO, anzi, più passivo di così si muore.
    In san Petronio, che è la basilica di Bologna, hanno perfino appeso dei cartelloni dove invitavano a non votare.
    Cartelloni in chiesa????
    Va bene che siam tutte pecorelle di dio, ma stiamo attenti a non belare troppo.

    Reply
  9. louAndreas

    Che SCHIFO!!!!!!!!
    è stata una sconfitta disastrosa per tutti i cittadini italiani, che hanno dimostrato di non meritarsi veramente un cazzo, è normale che noialtri si abbia BERLUSCONI al governo. Perchè indignarsi, non glie ne frega un cazzo a nessuno!!!! Mi vien voglia di emigrare, mi vergogno di essere nata in questa ridicola REPUBBLICA DELLE BANANE, tra gente del cazzo ignorante ed inetta.

    Reply
  10. lalla

    io personalmente ho votato (no) ma ci sono anche tante persone che hanno votato si solo perchè gli era stato detto di farlo… che sia il papa o un politichetto qualunque per me è la stessa cosa. Il referendum è cosi, forse bisognerebbe farne meno e fatti meglio!
    Anch’io sono convinta che si debba votare, ma votando cosi spesso il voto perde valore.

    Reply
  11. elisina

    Guarda, io non credo che mio nonno abbia capito esattamente cosa sia la fecondazione eterologa, ma legge il giornale tutti i giorni e credo che la gente in un modo o nell’altro abbia capito cosa era in ballo.
    Se tu mi dici: i diritti di 4 cellule sono le stesse di una donna, io mi preoccupo e corro a votare. Non importa se non ho capito esattamente nello specifico il procedimento dei tre embrioni impiantati, la crioconservazione ecc… perchè ci sono cose che capiamo tutti.
    Capiamo tutti che lo stato deve essere LAICO, che la Chiesa deve occuparsi delle anime delle persone e non della legge italiana, che i diritti di un individuo sono sopra ogni cosa, che la salute e il rispetto del corpo di una donna non prescindono da NULLA.

    Io ti auguro di non avere mai bisogno di fecondazioni in vitro o simili, ma se mai dovesse succedere ad una tua conoscente ti accorgerai di cosa hai fatto votando no, e soprattutto di cosa hanno fatto tutti quelli che se ne sono stati a casa.
    Quello che è un procedimento doloroso e invadente per una donna, ora ha molte meno probabilità di riuscire, e deve essere ripetuto da capo.
    Chi può permettersi di andare all’estero a farlo, lo farà, pagando i 40 mila euro che servono, chi non può permetterselo si arrangerà.
    Queste cose, non serve essere scienziati per capirle, e chi ha votato si lo ha fatto per questo. Quando tutti i premi nobel per la ricerca scientifica ti dicono “andate a votare si”, io sono certa che un motivo c’è.
    Il Papa e la Chiesa hanno altri interessi, che da sempre non coincidono con quelli dell’individuo, ma piuttosto con quelli della massa e della tutela dell’ordine sociale.

    Reply
  12. elisina

    e poi non è che votando spesso il voto perde valore. Dipende per cosa si vota. Ci sarebbero almeno un centinaio di referendum utilissimi da fare, se dipendesse da me.
    Di certo negli anni si sono fatti referendum per cose un po’ lontane dalla gente comune, ma questo cosa significa?
    Siamo cosi poco civili che siccome siamo andati a votare un referendum l’anno scorso non ci va piu di farlo quest’anno?
    Vogliamo veramente che la politica sia fatta solo dai politicanti?
    La parte migliore sono i politici che han detto: “SULLA VITA NON SI VOTA”
    ahahaha ma scusa!!! Voi l’avete votata eccome! Perchè io non dovrei???

    Gli italiani sono un popolo di ignoranti, in alcune regioni di più in altre di meno. L’ignoranza va di pari passo con la DELEGA. Il delegare qualcun’altro che decida per noi perchè noi non ne abbiamo voglia, interesse, desiderio.

    Reply
  13. lalla

    io sono contraria ad accanirsi ad avere figli se non se ne possono avere. Punterei sull’adozione che credo sia un atto di grande amore (non solo di egoismo). Conosco persone che non potendo avere figli non sono corsi a farsi impiantare semi di chissà chi, ma sono andati ad adottare un bimbo in sudamerica e lo sentono loro. Sono pareri personali, no?
    Questa legge riguarda la morale, eccome, e se uno è cattolico, è giusto che ascolti ciò che dice la chiesa e poi ragioni con la sua testa. Cosi come si ascoltano i politici e poi si vota col buonsenso. Io sono contenta di esser andata a votare. E di aver votato no.

    Reply
  14. anonimo

    che significa che sei contraria ad “accanirsi” ad aver figli? E’ un problema delle coppie con problemi di riproduzione e devono pensarci loro. Poi sinceramente mi avete rotto i coglioni con i bambini poveri del sudamerica e del sudafrica, gli orfanotrofi in Romania, perchè se strumentializziamo i poveracci, allora posso aggiungermi a questo gioco pure io. Perchè fare figli dunque? Anche le coppie senza problemi di riproduzione, perchè fanno figli? Le favelas del Brasile sono piene di bambini in attesa che qlcn dia loro da mangiare, e l’Africa, tutto l’Est europa? Perchè fate figli coppie fertili? Siete un branco di egoisti, volete rintracciare i vostri lineamenti in quelli dei vostri piccoli, ammettetelo, volete l’occhio azzurro di vostra moglie che si riproduca in quello del vostro figlio, che chiamerete Manuel, stando alle ultime mode. Il terzo mondo è pieno di piccoli di adottare, fermatevi dunque,coppie di egoisiti fertili occidentali, non riproducetevi più!! Tu puoi ascoltare chi ti pare, anche Maga Magò, il Mago Silvan, la Strega Bacheca, ma dato che son in gioco i diritti delle coppie con problemi di riproduzione, sarebbe stato più sensibile anteporre le loro esigenze e dare loro la possibilità di ricorrere alle cure che preferivano, anzichè marciare fieri accompagnati dal vostro bieco bigottismo, esguendo gli ordini dei vostri capi spirituali. Ma poi quello che non mi entrerà mai in testa è questo, viviamo in un paese dove una madre (giustamente) può decidere di uccider il proprio feto tramite aborto senza dovere spiegazioni a nessuno, anche per il più banale e superficiale dei capricci, ma uno spermatozoo che ha appena fecondato un ovulo, ecco lui no, lui deve avere dei DIRITTI. Ma che cazzo significherà poi??? uno spermatozoo che feconda un ovulo deve avere dei diritti, ma ci rendiamo conto??!?!? AHHAHAHAHAHAHA Anche l’egoista più estremo pur fregandosene delle coppie con problemi di riproduzione dovrebbe pensare alla sua salute, e dato che le ricerche sugli embrioni potevano aprire strade nuove e dare risultati interessanti, perchè privarsene? Anche voi un domani potrete avere malattie ricordatevelo.

    Reply
  15. elisina

    Intanto vorrei ricordare cosa significa un procedimento di adozione per una coppia. Vuol dire a volte anni e anni di delusioni tentativi, spese, fallimenti, e che spesso solo le coppie ricche e referenziate riescono ad adottare.

    Secondo punto, io sono anche contraria al prelevamento di bambini dalla loro terra di origine per trascinarli qui. Perchè in modo molto più pio, i tuoi conoscenti non hanno aiutato le famiglie dei bambini là dove stavano? Non è forse egoismo approfittarsi di una condizione di povertà per portare via un bambino e diventare finalmente mamma e papà???

    Questo ragionando come ragioni tu.

    Poi mi chiedo come si permettono i cattolici di decidere per tutti.
    Io magari non utilizzerei mai la fecondazione eterologa, ma chi sono IO per proibirlo agli altri? Non è forse una scelta personalissima e intima in cui l’etica cattolica non c’entra NIENTE?

    Questo è uno stato LAICO, vorrei ricordarvelo, voi invece state cercando di ridurci come i paesi musulmani dove la religione è potere politico.

    VERGOGNA!

    Reply
  16. lalla

    eh … ma quante storie!! l’adozione in italia è gestita malissimo (forse servirebbe un referendum..) ma se si facessero delle leggi e forse ci fosse il casino che si fa per questo referendum anche i bimbi italiani potrebbero avere dei genitori.
    E’ strano perchè hanno chiamato anche me a votare… forse dovevano chiamare a votare solo quelli che fanno figli??? o la legge vale oggettivamente per tutti???
    Ho espresso il mio parere.. mi pari si chiami democrazia. Io penso quello che ritengo giusto e non sono una cattolica nel senso stretto. E nella mia scelta non mi son fatta condizionare proprio da nessuno. Anzi, visto che il novanta per cento delle persone che conosco ha votato si. E non li condanno perchè hanno votato una cosa che a me non piace e non ritengo giusta (non ti espongo i motivi perchè sono troppi e poi perchè tanto non hanno importanza).

    Reply
  17. elisina

    il mio post condannava chi non ha votato, innanzitutto. Se poi tu hai votato No perchè pensi di aver tutelato gli interessi di qualcuno buon per te.. Vorrei poi vedere se ti troverai ad avere a che fare con qualcuno che ha il parkinson, o che deve andare in inghilterra a fare la fecondazione in vitro…

    Reply
  18. kere

    vero, ma come diceva clint eastwood…

    certo che un briciolo di sensibilità in più e forse il referendum sarebbe andato in modo diverso…
    comunque trovo la tua indignazione sul voto fantastica! (a parte il discorso nord-sud… scherzo)

    Reply
  19. silviaenbarcelona

    Porto l’esempio..mia zia ha dovuto ricorrere anni fa alla fecondazione assistita(quando ancora si poteva), esami su esami, come spesso accade nessun risultato …naturalmente nn essendo una riccona nn può permettersi di soggiornare una settimana in Spagna per un nuovo tentativo..che poi si sà di tentativi ce ne vogliono parecchi..e uno cosa fa? ogni mese si sottopone agli esami e si prende una settimana di ferie?cmq, mia zia da 9 anni aspetta un bimbo in adozione..domanda fatta, colloqui in tribunale, psicologi etc.naturalmente del bimbo neanche l’ombra…domenica l’ho vista andare a votare piena di speranza, ma era da dirlo che sti’ caproni di italiani avrebbero preferito starsene al mare..tanto si pensa sempre che ” a me nn accadrà mai”…mai dire mai..

    Reply
  20. elisina

    ah ma sai, quando uno come Ruini, che di figli sesso famiglia e fecondazione se ne intende a pacchi, ti dice di stare a casa, come si fa a non dargli retta?
    Questi sono dei veri esperti in materia…

    Ricordo ancora una battuta di luttazzi riguardo al Papa che dava consigli ai giovani sulla vita sessuale:

    “HEY BABY…SE NON PARTECIPI AL GIOCO, NON DETTARE LE REGOLE.”

    Reply
  21. elisina

    comunque il mio discorso non era prettamente nord sud. Certe regioni come la calabria purtroppo hanno avuto risultati da vergognarsi, altre come la sardegna erano in perfetta media nazionale…

    Reply
  22. kere

    a parte gli scherzi, hai perfettamente ragione e “criticare” il sud è leggittimo, ma spesso fare un passo oltre e farne una questione di principio è un attimo. le tue stesse frasi in bocca a qualcuno più ottuso suonano molto meno costruttive e molto più pericolose. aldillà delle frasi in se quello su cui bisogna confrontarsi sono le intenzioni, ma non volevo mettere in dubio le tue.

    Reply
  23. anonimo

    Tra un Paese di gente che se ne frega di tutto (in sintesi il tuo pensiero) e un Paese di persone come te che se non la pensi come loro dovresti morire io quasi quasi mi tengo il primo.

    Stefano

    Reply

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s