Monthly Archives: November 2005

novembre

E’ stata una bella domenica, anche se fredda e piovigginosa. Abbiamo pranzato dai nonni e nel pomeriggio sono stata a prendere un caffè col ricciolino. Abbiamo camminato in un parchetto e io sono stata felice, con in testa la mia nuovissima cuffietta di lana rosa col pon pon in cima, e per mano il bellino adorato.
Domattina ho lezione alle 9, e poi un evento al bavvv  che non posso specificare in quanto non autorizzata…
Sul sito della Polpetta trovate un reportage fotografico dell’intensa giornata di oggi: sappiate che la cagnina ha avuto grandi emozioni!

E se vi state particolarmente annoiando potete anche andare sil sito http://file.webalice.it/  mettere come nick elisinamail , come password polpetta e scaricare un  breve video del fattaccio.

piani ottimistici

L’inverno bolognese tutto cieli color ghisa è inziato.
Ieri sera il ricciolino è venuto qui da me, abbiamo passato una bella serata e siccome è adorabile si è persino sorbito senza lamentarsi il mio riassunto di Elisa di Rivombrosa
Quando è andato via mi sono messa a nanna ed ero contenta di tutto. Ho dormito bene, raggomitolata alla Polpetta che per l’occasione fungeva da stufa, mi sono svegliata riposata dopo un mese di ansia da studio, ho preso in mano il venerdi di repubblica lasciato sulla tavola dai miei e ho constatato con piacere che il titolo era "una vita da pinguino". 
Poi ho preso un caffè al Bar dei Servi con la Sara facendo assurdi programmi ottimistici per l’anno accademico. Quelli della serie : "ALLORA,  do filosofia morale il 21, il 23 do politica comparata poi il giorno di natale nel pomeriggio preparo dottrine politiche, parto per la montagna, capodanno a Sestola, torno il 7 e l’8 vado a darlo".   Quei piani già falliti in partenza.
Deliri ottimistici a parte spero che il parziale sia andato decentemente, vorrei solo levarmi questo maledetto esame dai piedi perchè comincio veramente ad odiarlo.

al piòv

Piove, finalmente diluvia dopo un pomeriggio passato indolente e umido.
Non sono uscita, avevo bisogno di riposare, di stare ficcata dentro al piumone dell’ikea con la Polpetta affianco. E non ho nemmeno dormito, sono stata li con la testa vuota, sgombra, ripulita da qualsiasi pensiero, ad assaporarmi la penombra, ad ascoltare il mio respiro come fosse qualcosa che non mi appartiene. Un distacco zen ammirevole.
E’ un buon momento in fondo: mi piace svegliarmi la mattina e sapere che andrò in facoltà e prenderò il caffè con qualcuno, incontrerò molte persone che ho conosciuto, riderò, pranzerò dai nonni e vedrò il ricciolino nel pomeriggio. La sera non mi va di uscire e lo faccio molto meno che in passato ma non è un cattivo segno, anzi. Mi sono chiusa nelle mie cose, nei miei piaceri, nello studio, e tutto questo è la mia corazza.

SEGNALATA!

Mi sono alzata con un umore tutto particolare e sono andata all’università in motorino a velocità sconsiderata cantando a squarciagola quel pezzo di Rock Dj che fa circa

….Babylon back in buuusiness, can I get a wiiiitness
every girl every man…
Houston can you hear me???
Ground control can you feeeeel me, need permission to laaaand

Il che sarebbe ampiamente sufficiente per essere gambizzata, ma il peggio è che poi ho preso un caffè alle macchinette e ho persino sorriso allo stronzo della biblioteca di dipartimento mentre mi annunciava che sarò SEGNALATA a non so quale autorità competente perchè ho riportato un libro 1 giorno in ritardo.
Figurarsi che io ho ancora sulla mensola la guida di amsterdam presa a Villa Spada 3 anni fa, quindi un misero giorno di ritardo mi pareva una bazzecola, credevo si complimentassero, mi regalassero un segnalibro…invece la cosa è sembrata d’una gravità assoluta.
Pomeriggio sono andata alla lezioni di storia del Mediterraneo con la Sara, ho preso minuziosi appunti sull’autoreferenzialità degli stati arabi da Nasser in poi, e sulla nascita del fondamentalismo islamico con Qutb. Molti mi invidieranno, lo so, ma è concesso a pochi di stare fino alle sette di sera a farsi una pera di colpi di stato e guerre arabo israeliane…Mmmm…

Stasera dopo aver assistito alle peggio scene dell’Isola dei famosi, compresa implausibile molestia sessuale di Ferini a quella psicolabile della David, ho pensato che era il caso di farmi un giro e ho raggiunto il ricciolino, Mick e Mattia per un’oretta di chiacchere.
Ora sono di nuovo qui, non ho sonno ma me lo farò venire semplicemente accennando la lettura del libro di Pombeni. Dopo una decina di legislature francesi raggruppate in 3 righe, sono certa che Orfeo avrà la meglio!