bologna nella nebbia

Sono passate giornate e notti dense di nebbia. Non nebbia metaforica, proprio nebbia nebbia, quella che ti impedisce di vedere ad un metro, che ammorbidisce i contorni di luoghi e strade fino a sfuocare tutto, a renderlo irriconoscibile.
Bologna immersa in un lembo opaco è ancora più bella, è un luogo del mistero, come una Silent Hill in versione padana, e tu cammini per le strade e ti senti invisibile, protetto come dentro un’armatura da tutto e tutti. Non riconosci gli angoli di strada che vedi da sempre, e ti aggiri divertito e sorpreso senza paura di nulla.
Poi la notte scorsa un vento gelido e fortissimo ha cominciato a fiatare, ha trascinato via il cielo assente color marmo, la nebbia, le nubi, e ha spostato l’antenna del mio palazzo.
Stamattina nel cielo azzurro limpidissimo splendeva il sole, l’aria polare della notte bruciava la pelle e non si vedeva piu’ un solo canale televisivo.
Una ficata insomma.

6 thoughts on “bologna nella nebbia

  1. anonimo

    Prima il cielo è andato via, a sbrigare le sue cosine, poi non si vedeva più niente. La nebbia, magica, che ti rende invisibile, ma ogni volta che vedi una sagoma pian piano prendere forma ti fa sussultare. Poi Eolo ha sbuffato e il cielo è tornato in forma smagliante e ti ha fatto un regalo incredibile: ti ha tolto la tv, un regalo con i controfiocchi!! Carpe Diem!
    Gianbazza
    p.s:”cielo assente” in rosa..che figata!

    Reply
  2. anonimo

    Ho scoperto il tuo blog per caso e mi ha incuriosito per lo stile.
    Poi metti un’icona di Amelie, il mio film preferito, senza nessuna relazione con precedenti azioni o letture.

    Una coincidenza magari, ma singolare.

    Reply
  3. elisina

    il cielo “assente” è diventata un’istituzione, vince il premio figura retorica dell’anno. Per lo meno nella mia personalissima classifica….quindi il rosa se lo merita. Complimentissimi!

    Reply
  4. anonimo

    però, vincere un premio dell’anno il 24 gennaio non è mica roba da ridere!
    Ringrazio con gli occhi colmi di lacrime e le tasche vuote.
    Gianbazza
    p.s: ma l’antenna, si è poi sistemata??

    Reply
  5. elisina

    purtroppo si. Sufficientemente presto per vedere le repliche della lite tra pappalardo e zechila, minaccia di morte compresa.

    mi dispiace per il premio poco redditizio, ma le tasche vuote sono diffuse anche nella giuria…

    Reply
  6. anonimo

    L’avvenimento dei 2 tipi che litigano vincerebbe sicuramente il premio dell’anno “galateo per tutti”, un’altra vincita lampo!

    Il mio era un modo come un’altro per dire che tasche ci sono in tutti i pantaloni e poi i soldi si mettono nel portafogli.
    La cosa veramente importante sono le lacrime che ho poi scoperto essere rosa…che coincidenza!!

    Gianbazza

    Reply

Leave a Reply to elisina Cancel reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s