il mio nome è jem!

Siccome, come dice Luis, le rivoluzioni non si fanno seduti davanti a un computer, mi sono messa d’impegno.
Per prima cosa ieri sera sono stata a Ozzano con Stefano Laura Ilaria ed altri,  e non mi sono ancora dimenticata il sapore del Porto sorseggiato lentissimamente, quasi centellinato.
Come secondo fatto rilevante ho comprato un paio di orecchini di plastica rosa a forma di stella che mi ributtano prepotentemente negli anni ’80 e mi fanno somigliare ad una versione ciambellina di JEM delle HOLOGRAM.
Come se non fosse sufficiente stamattina mi sono svegliata e sono andata in Galleria Cavour a tagliarmi i capelli corti, e quando sono uscita mi sono specchiata nella vetrina di Gucci in modo talmente vanitoso da fare quasi schifo.

Soddisfatta dei primi risultati evidenti della rivoluzione il pomeriggio l’ho passato col ricciolino a sbevucchiare caffè amaro nei tavolini all’aperto di un bel bar in via Santo Stefano, contenta e sorridente.
E con cio’ per ora è tutto.

4 thoughts on “il mio nome è jem!

  1. anonimo

    DI RIVOLUZIONARI COME TE è PIENO L’INFERNO. SPERO CHE QUALCHE STRACOMUNITARIO PRESTO TI PORTI VIA ANCHE LE MUTANDE.
    JASPERS

    Reply

Leave a Reply to elisina Cancel reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s