Sonate vom guten Menschen

Ho in testa un sovraffollamento di pensieri, sono distratta e vergognosamente allegra, e se nel bel mezzo di questo caos non trovo entro breve la volontà di darmi da fare per la tesi e gli ultimi esami, le cose si metteranno malissimo.
Ho visto al cinema Le vite degli altri, davvero bello, inoltre sto leggendo Nord di Céline e come disse qualcuno "Non rompetemi i coglioni che leggo Céline".
Si lo so, è un vecchiaccio filo-nazista, cattivo, antisemita, e che usa una punteggiatura da pazzo, però non ci posso fare nulla se ne sono attratta e mi fa ridere.

E comunque qui succedono cose sempre più assurde, e se Sara dice che sono più bella del solito le credo, perchè quando le persone sono felici sono più belle per forza.
Mi hanno regalato una macchina fotografica usa e getta da due soldi e io l’ho ficcata nella borsa e ogni volta che incontro qualcuno a cui tengo lo immortalo a imperitura memoria di queste giornate dolci.
Finito il rullino le farò sviluppare e metterò le più belle tutte insieme in un quadro, e così avrò davanti in un colpo d’occhio tutti i pezzettini del mio cuoricino. E nessuno rida!

Quando a inizio anno ho fatto esplicita richiesta di colori accesi e di un sottofondo dei Belle & Sebastian, non avrei mai, mai pensato, che sarei stata ascoltata così alla lettera.

3 thoughts on “Sonate vom guten Menschen

Leave a Reply to anonimo Cancel reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s