della quiete

La finestra è spalancata sul terrazzo, le tende gialle si muovono all’aria di questa serata estiva, e gli Strokes suonano Post Modern Girls.
Fuori invece le campane della chiesa intonano l’Ave Maria di Schubert, esco a piedi scalzi, guardo dall’alto un pezzo di quartiere e sorrido tra me e me al pensiero che a quest’ora il sole batta ancora sulle tegole dei tetti e sulle facciate delle case.
Finalmente tutto è di nuovo tranquillo, ieri ho dato l’esame, ho ripreso il sonno e sono felice.
La mattinata in prefettura è piacevole, non ho pensieri e la mia estate è ufficialmente iniziata.

5 thoughts on “della quiete

  1. sciroppato

    Dal tuo post di oggi si sta irradiando una calma sottile fin qui. Il caldo del sole italiano adesso non c’è, però ne avremo durante questa fine settimana!

    Reply
  2. bruder84

    Oh finalmente hai dato dottrine!
    Qui la serata è piacevolemente fresca, la tonalità del blu è sempre più scura e le stelle sembrano vicinissime(mmmh..contemplativo stasera!)

    Reply
  3. elisina

    si si ho dato dottrine, finalmente…una performance abbastanza decente direi.
    Comunque ti ci vedo proprio a contemplare il cielo blu eccetera, quasi-dottore.

    Reply

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s