partenza

Sono seduta con aria già vacanziera alla mia scrivania in Prefettura, guardo fuori dalla finestra immensa i goccioloni cadere apparentemente lenti e penso che domani sarò a centinaia di chilometri da qui.

Da questo ufficio a cui mi sono affezionata, dalle persone a cui ho iniziato a volere bene,  dai caffè del mattino, da tutte le piccole abitudini lavorative che si lasciano quasi a malincuore…

Il programma della settimana prevede la lettura di Romanzo Criminale, mangiare un sacco di pesche, studio sporadico, immersioni in mare color tuchese, sonni infiniti, nessuna relazione sociale, scientifica e metodica esposizione solare, totale assoluto cazzeggio. 

Penserò a tutte le cose dolci che mi aspettano qui, a tutte quelle che ho passato e che sono la promessa di mille altre. Penserò ai giretti del sabato mattina in centro, ad una certa serata al mare con in cielo i gabbiani cadenti e le stelle non cadenti, con la luna rossa riflessa sull’acqua, sotto i piedi la sabbia fredda, affianco la voce che preferisco, e in aria il rumore ovattato di gente che balla.

E’ incredibilmente bello partire con in mente tutto questo.

 

4 thoughts on “partenza

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s