Piove su le tue ciglia nere si che par che tu pianga ma di piacere

Che bello il diluvio di oggi pomeriggio.
Io e la cagnetta brutta eravamo al parco, e siamo corse a ripararci dentro al nostro bar preferito, ridendo come stupide  (sì anche lei rideva).
Guardavo attraverso la vetrata i fiumiciattoli d’acqua sulla strada, e tutta quella pioggia, tutta quella pioggia a scivolare sopra una marea di pensieri.

E piove su i nostri volti 
silvani, 
piove su le nostre mani 
 ignude, 
su i nostri vestimenti 
leggeri, 
su i freschi pensieri 
che l’anima schiude 
novella, 
su la favola bella 
che ieri 
m’illuse, che oggi t’illude, 
o Ermione.

6 thoughts on “Piove su le tue ciglia nere si che par che tu pianga ma di piacere

  1. ULISSEUNO

    Piove? ma come, io qui nel mio ufficio schiatto dal caldo tanta è l’fa irrespirabile nella quale è precipitato il Centro Direzionale e da te piove? Ah governo ladro

    Reply
  2. ouverture

    ciao, sono la pianta infestante dei complimenti. mi ha piantato qui Andrea per costringerti a leggere un sacco di volte che gli piaci.
    in qualità di pianta infestante, attechisco ovunque, anche qui e sono incredibilmente fastidiosa.

    Reply
  3. gracer

    Piove

    Piove. È uno stillicidio
    senza tonfi
    di motorette o strilli
    di bambini.

    Piove
    da un ciclo che non ha
    nuvole.
    Piove
    sul nulla che si fa
    in queste ore di sciopero
    generale.

    Piove
    sulla tua tomba
    a San Felice
    a Ema
    e la terra non trema
    perché non c’è terremoto
    né guerra.

    Piove
    non sulla favola bella
    di lontane stagioni,
    ma sulla cartella
    esattoriale,
    piove sugli ossi di seppia,
    e sulla greppia nazionale.

    Piove
    sulla Gazzetta Ufficiale
    qui dal balcone aperto,
    piove sul Parlamento,
    piove su via Solferino,
    piove senza che il vento
    smuova le carte.

    Piove
    in assenza di Ermione
    se Dio vuole,
    piove perché l’assenza
    è universale
    e se la terra non trema
    è perché Arcetri a lei
    non l’ha ordinato.

    Piove sui nuovi epistèmi
    del primate a due piedi,
    sull’uomo indiato, sul cielo,
    ottimizzato, sul ceffo
    dei teologi in tuta
    o paludati,
    piove sul progresso
    della contestazione,
    piove sui works in regress,
    piove
    sui cipressi malati
    del cimitero, sgocciola
    sulla pubblica opinione.

    Piove, ma dove appari
    non è acqua né atmosfera,
    piove perché se non sei
    è solo la mancanza
    e può affogare.

    Reply
  4. elisina

    Piove, ma dove appari
    non è acqua né atmosfera,
    piove perché se non sei
    è solo la mancanza
    e può affogare.

    Anni fa scrissi un post iniziando con quelle parole, che per me sono tra le più belle del millennio. Come sempre vedo ci intendiamo.

    Reply

Leave a Reply to HistoriaVbc Cancel reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s