Enfants! Faites attention aux baobabs!


La pericolosità di un baobab è sempre sottostimata, ma mica si dovrebbe.
E se mi sono svegliata precisamente con questo pensiero, rivolto a quel piccolo principe e al suo pianeta, chissà quali complicatissimi sogni avranno "abitato" la mia notte…

Che poi a volte la lingua e le parole sono una cosa terribilmente  strana, e aveva ragione Javier Marìas quando scriveva che in inglese esiste un verbo, to haunt, che è sostanzialmente intraducibile e che pure è l’unico a definire veramente bene certe notti, certi momenti o anche interi periodi.
Si può definire haunted l’ultima notte del perfido Riccardo III prima della battaglia, ma quella lo è in senso totalmente terrorizzante, mentre forse a volte a visitarti sono anche "fantasmi" buoni, fantasmi di pensieri non paurosi.

Intanto, là fuori, piove, piove, piove.

2 thoughts on “Enfants! Faites attention aux baobabs!

Leave a Reply to sciroppato Cancel reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s