periodo azzurro

Questa notte ho dormito davvero bene, dopo appena quattro o cinque pagine dei Buddenbrook e un bicchiere di latte freddo con il biociok. Ho sognato la Polpetta per l’ennesima volta, e mi sono svegliata vogliosa di dormire ancora ancora e ancora. Per fortuna che le esigenze della cagnetta mi costringono sempre a uscire dal piumone e a superare la pigrizia invernale, così da brava ho studiato e cercato libri in giro per biblioteche.
Ora che è pomeriggio vorrei cimentarmi in centomila altre attività molto più divertenti, tipo un quadro futurista, una torta salata o una pittura murale…Ho voglia di fare cose!

(penso che gente come Picasso, o Dalì, siano stati gli uomini più fortunati del mondo, perchè hanno sul serio potuto fare quello che desideravano, e l’hanno potuto fare senza nemmeno annoiarsi, variando, ricercando, sperimentando. Hanno disegnato, ma anche dipinto ceramiche come degli artigiani, semplicemente perchè gli andava e gli riusciva bene)

Poi dovrei pensare seriamente a come risolvere la questione della mappa geopolitica enorme che ho comprato e a cui non trovo spazio, visto che faccio sempre questi acquisti esagerati senza pensare alle conseguenze.
Una delle possibilità potrebbe essere quella di dividere la mappa per continenti o anche senza criterio, tagliare, incorniciare ogni singolo pezzo, e appenderli come un quadri singoli negli spazi esistenti, anche lontani l’uno dall’altro. Non sarebbe più una vera cartina, ma almeno avrei tutto visibile, senza contare che a mio avviso sarebbe una vera chiccheria. 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s