naïf

Da oggi scrivo qui qui e anche da un’altra parte. Parlo di faccende superficialissime e so che ogni cosa che scriverò potrà essere usata contro di me in tribunale, ma è una specie di lavoretto, e quindi mi discolpo totalmente. Voglio dire che non ho scelto io di parlare di lusso, lo giuro.

Poi, poi…a parte questo, a parte i momenti passati a parlottare in macchina sotto casa che quasi quasi ti sembra sia la cosa più bella del mondo, e a parte i racconti di gente che va e viene da Belgrado o dal Messico, a parte il fatto che se la cagnetta si mettesse a fare un pò di sconcerie con qualche bel carlino potrei anche smettere di cercare lavoro e passare la mia vita allevando cuccioli…ecco, a parte tutto questo, l’unica altra cosa che ritengo davvero rilevante è che voglio dipingere la porta della mia stanza. E voglio dipingerla insieme al miglior disegnatore di bau del mondo, mangiucchiando torta e dando vita al più bel dipinto naïf che si sia mai visto.
Perchè io sono naïf, sono naïf in modo quasi indecente.

(e oggi ho anche trovato una coccinella che si era perduta in casa, così l’ho fatta salire su un dito, l’ho depositata su una pianta del terrazzo e poi le scattato una fotografia, sussurrandole quanto fosse straordinariamente fotogenica)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s