back to school

E oggi primo giorno di scuola! Che anche se si trattava pur sempre del grigio e cattivo mondo del lavoro, la fornitura personale di matitine e bloc notes, i nuovi compagni di "classe", e tutte quelle scolasticissime proiezioni sul muro di nozioni da mandare a mente, hanno (un pochino) contribuito al mio buon umore. Poi, tanto per non farci mancare niente, c’è stato anche un esame all’università, seguito da un’ora libera in cui infilare la lettura abusiva di Rolling stone, seduta sul divanetto nero di Feltrinelli.
Perchè poi, proprio a dire la verità, se sono allegra è per tutt’altre cose;
è per tutti quei disegni a matita che qualcuno ha fatto sulla porta della mia camera -disegni fondamentali di elefanti che si appoggiano a cani, e cose serissime di questo tipo- e per la felicità limpidissima di una domenica piovosa spesa nel migliore dei modi possibili.
E anche per esserci fatti rubare il vino all’osteria (tanto moriranno di sicuro), e per come sia bellissimo addormentarsi in qua e in là per la città, studiando le abitudini dei vicini, del vecchietto vandalo che torna sempre a mezzanotte meno cinque da chissà quale misterioso giro in bicicletta, e di tutti gli altri…

2 thoughts on “back to school

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s