neve, studio

E’ una giornata buffa oggi.
Io e la P. siamo barricate in casa a studiare, malvestite, malnutrite, malpettinate, maltutto.
Ci (mi?) siamo scolate due moke da tre tazzine, in tutto fanno sei caffè, e domani ho l’esame ed è un disastro.
Sto premeditando di ficcare in forno una di quelle tremende pizze surgelate da stato di emergenza, diomiperdoni, ma fuori nevica ed io non ho voglia nè tempo.  Devoi scrivere i miei articoli-marchette ma non ho tempo.
Ho comprato Danubio di Magris, e un racconto di viaggio sulla transiberiana, ma non ho tempo nemmeno per loro.
E’ stato bello però, guardare la neve cadere, e fare questa vita trasandata da studentessa, anche se soltanto per qualche giorno.
Certo, ogni tanto vorrei tornare a raccogliere le margherite con le dita cicciotte da bambina, e non avere da fare nient’altro, ma amo questi tempi, questi giorni, e poi all’epoca non mi sarebbe stato possibile blaterare di Berlino e Copenhagen come se si trattasse di tirare un dado e scegliere…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s