Melassa io.

IMG_0035-polaE’ mattina e in casa fa freddissimo;  sembra che debba piovere, più tardi.

Stanotte sono andata a letto guardando diecimila fotografie dei nostri viaggi, e così facendo mi sono tornati in mente tanti piccoli attimi irripetibili, magari apparentemente insignificanti, ma per me avvolti di fascino e magia, attimi di meraviglia verso il mondo.
Non so se quei fotogrammi assumano per me significati più forti anche a fronte di tutte le faccende serie di cui abbiamo parlato negli ultimi giorni, però sono andata a nanna con mille pensieri, come di chi ha una gran felicità tra le mani e vuole tanto proteggerla.
 
Quando venerdì ci siamo seduti nel nostro posto preferito, e tu mi guardavi con tutto quell’amore (l’ho visto, sì!), mi è piaciuto riuscire a parlare di quellecose che mi preoccupano tanto, senza fare finta che non esistano, come invece ho provato a fare fin dalla primissima volta riuscendovi malamente.
Mi sono impegnata a parlare di te che vai qui o là come fosse una cosa normale, darti consigli come se non mi riguardasse, ma forse non sono stata mica tanto brava! Però ci ho provato, ecco, è già meglio!

Poi, ieri sera, quando finalmente ho spento la luce, io e la p. abbiamo dormito abbracciate come facevamo quando era piccola, con la mia testa affondata nel suo pelo soffice, e il suo musetto affondato nell’incavo del mio braccio; tanto che ora mi resterà il suo odore di cagnetta addosso per tutto il giorno, ma mica mi importa, anzi.
Questa notte ho anche sognato Sara, ho sognato che ci ritrovavamo, dopo tutto questo tempo, e che ci raccontavamo tantissime cose. Lei era sempre bellissima, ovviamente, ed io dovevo spiegarle tutto d’un colpo due anni interi di cose speciali. Mi piace sognare Sara…

A pensarci adesso, con questo freddo, quanto si stava bene, ieri pomeriggio, sdraiati sul letto a curare il tuo collo con il sacchetto pieno di semini caldi, mentre tu sorridevi compiaciuto, ed io annusavo felice quel buon odore di nocciole!
E che felicità quando tornando a casa in motorino, mi hai detto senza motivo, tutto contento, che ci avevi proprio pensato, ed io ero proprio il tuo amore!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s