Shoop, shoop, shoop de-lang de-lang…

3
Strade colme di cumuli ghiacciati che si scioglieranno a luglio a imperitura memoria di questi giorni scandinavi, ciambelle e latte freddo per colazione, mutandine a quadretti, orchidee in sfrontato bocciolo.
Intanto al lavoro sono sempre più di transito, come si è di passaggio in quegli scali aeroportuali inutili, in città inutili, di cui non porti memoria alcuna; penso tutto il tempo alla prossima volta in cui scappando da via Stalingrado a rotta di collo ti verrò incontro e ci berremo una birra raccontandoci sciocchezze quotidiane, o al prossimo weekend sotto al piumone, o al prossimo viaggio, qualsiasi esso sia.
Mi piace anche, in questi giorni, fare piani di casa con te, di case aperte al mondo, aperte agli amici, aperte ai cani degli amici, aperte e punto. Voglio che la mia casa, quando l’avrò, sia la casa che non ho mai avuto: una casa fatta per accogliere persone, dove non sembri di camminare in mezzo a rumorosi vetri che si infrangono, dove non ci si senta responsabili di andare a smuovere le misantropie altrui, come è stato a casa mia per tutta l’adolescenza, e come ancora mi appare oggi. Ho voglia di finestre spalancate sul mondo, anche metaforicamente, di una famiglia allargata senza rapporti di sangue, di saltare la cena se non mi va, e di trovarci a mezzanotte a mangiare una mela in piedi in cucina, come in una canzone degli Smiths e come abbiamo fatto quella notte a Copenhagen, quando abbiamo finito tutta la frutta di Carsten.
Sento di essere diventata grande, cioè di avere per la primissima volta nella mia vita davvero urgenza di uno spazio mio. Ho capito che tutto quel che impiastriccia i miei ritorni a casa appartiene ai miei genitori e non a me, non mi riguarda, e non è responsabilità mia occuparmene o sopportare. Sento di avere diritto alla mia pace, al mio nido aperto al mondo, a essere felice anche quando gli altri non lo sono.

2 thoughts on “Shoop, shoop, shoop de-lang de-lang…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s